Il Metodo Scientifico – Come Funziona?

Il Metodo Scientifico è una delle basi di partenza per il viaggio che questo blog vuole intraprendere! Questa breve illustrazione è funzionale a creare una base comune, solida su cui poggiare la nostra conoscenza. E poi, se davvero lo volessimo, non potremmo utilizzare questa conoscenza anche su noi stessi?

Nessuna quantità di esperimenti potrà dimostrare che ho ragione; un unico esperimento potrà dimostrare che ho sbagliato. Albert Einstein

Il viaggio alla scoperta di noi stessi richiede di avere ben presenti alcune conoscenze, sia per poter condividere il Sapere con le altre persone, sia per capire quale è il nostro punto di partenza. Tutti i viaggi hanno inizio in un luogo preciso ed in questo post inizio a raccontarti quale è il mio…

Tra le basi di questo viaggio c’è di sicuro la consapevolezza di come funziona il Metodo Scientifico: la nostra società si basa su questo metodo, il nostro intero sistema occidentale ne ha fatto il metodo d’indagine più affermato e apprezzato. E’ quindi importante conoscerlo e capirlo.

Non te lo presenterò in maniera esaustiva: altri lo hanno fatto e ne puoi reperire un’ottima descrizione sul sito di Wikipedia. Il mio scopo è semplicemente quello di illustrarne i passaggi fondamentali per poterti raccontare ciò che io vedo in questo Metodo e soprattutto perché è così importante per ognuno di noi.

Il Metodo Scientifico, nella sua forma induttiva, si struttura nei seguenti punti:

  1. Osservazione dei fenomeni naturali, ovvero scoperta di ciò che il Mondo ci offre e che ancora non conosciamo.
  2. Formulazione di una domanda inerente l’osservazione.
  3. Formulazione di una teoria che possa spiegare ciò che abbiamo osservato.
  4. Replica del fenomeno osservato attraverso un esperimento.
  5. Registrazione e analisi dei dati a nostra disposizione.
  6. In caso di successo dell’esperimento, validazione della teoria che diventa una nuova base per tutto il sistema scientifico. In caso di insuccesso dell’esperimento, si ha la necessità di riformulare una nuova teoria, ripartendo dal punto 3.

E’ un metodo semplice nella formulazione, concreto ed efficace. E’ un metodo che si applica bene all’osservazione della realtà perché attraverso la sua applicazione possiamo facilmente scartare le teorie che non fanno più al caso nostro e convalidare invece quelle che più rappresentano la nostra conoscenza della realtà.

Ed è proprio questo il bello! Se lo applicassimo anche a noi stessi, tutto ciò che non ci serve più, tutte le teorie che abbiamo nella nostra mente, i pensieri, le idee, le credenze, potrebbero essere cambiate nel momento in cui non rappresentano più la nostra realtà. E allora cosa succederebbe? Non potrebbe anche la nostra stessa realtà cambiare?

Ingegneria dello spirito

Titolo ambizioso, Ingegneria dello Spirito. Così come è ambizioso il tema di questo blog: unire scienza e spiritualità, raccontare l’una per riscoprire l’altra attraverso esperimenti scientifici, racconti di spiritualità, sciamanesimo, esoterismo e molto altro ancora.

Ingegneria dello Spirito è un titolo importante… decisamente importante… Ma più di importante è ambizioso! E’ ambizioso sia per quel che si prefigge, che per le tematiche affrontate, che per l’ampiezza della ricerca che è necessario ancora effettuare su queste tematiche… Ambizioso è la parola giusta!

Lo scopo principale di questo blog è infatti quello di diffondere la cooperazione tra due ambiti che nella nostra società spesso sono in competizione, se non addirittura in guerra: la scienza e la spiritualità. Dal mio punto di vista, entrambi questi ambiti possono parlare della stessa cosa: dell’essere umano; e possono cercare di spiegare sempre di più e meglio come funzioniamo, come siamo, chi siamo…

Questo blog nasce proprio da questa esigenza: del riuscire a far sapere a più persone possibili che scienza e spiritualità non parlano di cose diverse, non ci raccontano realtà distanti, ma che negli ultimi decenni si sono estremamente avvicinate, sovrapposte, unite. Da questa unione nasce un sapere più profondo, più complesso e completo, un sapere che pian piano ci aiuterà sempre di più a rispondere alla domanda fondamentale che ognuno di noi si pone: Chi Sono? Chi Siamo?

Parleremo quindi di molte tematiche: dal metodo scientifico alle scoperte scientifiche degli ultimi decenni; dalla spiritualità delle grandi religioni e filosofie, alle conoscenze dell’esoterismo storico; dalle scoperte delle medicine orientali, alle nuove elaborazioni della medicina integrata occidentale e molto altro ancora.

Ogni passaggio sarà giustificato e spiegato, approfondito sia attraverso post specifici che attraverso link ad altri siti. Ogni argomento sarà trattato con la mente indagatrice di un ingegnere che, grazie ad un percorso personale innescato da una malattia, ha trovato nelle conoscenze spirituali una profondità e un sapere che hanno permesso di guarirlo e di fargli scoprire un mondo di cui non conosceva l’esistenza.

Molto è stato detto su questi temi e molto è ancora da esplorare. Il mondo scientifico ha ancora molti passi da fare prima di arrivare a comprendere alcuni dei fenomeni di cui ti parlerò. Ed è per questo che il mio obiettivo è così ambizioso: è una crescita continua, un continuo cammino verso la conoscenza, verso la comprensione, verso l’integrazione tra scienza e spiritualità!

Buona lettura!